PINETO, CONSIGLIO COMUNALE

Approva, tra gli altri punti, il Piano Triennale
Opere Pubbliche e il Bilancio di previsione

Approvazione aliquote e detrazioni IMU per l'anno 2022; del bilancio di previsione finanziario 2022-2024 e bilancio consuntivo chiuso al 31 dicembre 2021 dell’azienda speciale Farmacia comunale di Pineto; approvazione del programma lavori pubblici per il triennio 2022-2024, questi alcuni dei 12 punti all’ordine del giorno tutti approvati ieri (25 maggio 2022) in consiglio comunale a Pineto.

In particolare è stato approvato il Piano Triennale del Opere Pubbliche 2022-2024, propedeutico all’approvazione del Bilancio. L’Assessora ai Lavori Pubblici Jessica Martella, nel corso della seduta ne ha spiegato le finalità e gli intenti. “Il piano tiene conto delle reali esigenze del territorio – ha detto – e nasce in continuità con quello predisposto lo scoro anno e con le opere che sono già in corso di realizzazione. Non ci siamo però limitati a questo, è giusto che il piano contenga anche delle opportunità per il territorio che, se colte attraverso la candidatura ai bandi come quelli legati al PNRR, potranno garantire ulteriore crescita e sviluppo della nostra Pineto. Il cuore di questo piano è il progetto per la riqualificazione e rigenerazione del centro cittadino con particolare riferimento alla piazza antistante il Comune e la Chiesa, via D'Annunzio nel tratto compreso tra via Milano e via Verona, via Patelli e via Palermo, luoghi di incontro e socializzazione della comunità con la creazione di una zona a traffico limitato. Questo progetto, del valore di 2milioni e mezzo, denominato ‘Ci vediamo in centro’ infatti, si configura come la naturale prosecuzione di un intervento realizzato nel 2008 con una prima fase in cui fu pedonalizzata la via della Stazione, e nell’ultimo mese è stata candidata questa progettualità, partecipando a un bando del PNRR. Nel piano delle opere pubbliche è stata inserita anche una progettualità di prosecuzione della pineta litoranea tra il Quartiere dei Poeti e Scerne per un importo pari a un milione di euro. Altro capitolo molto importante del Piano riguarda le manutenzioni necessarie per migliorare il territorio: si è riusciti a lavorare in maniera egregia tanto che in questa annualità potremmo contrarre mutui per un importo di 600mila euro destinati esclusivamente alla manutenzione straordinaria con particolare riferimento alle strade e ai marciapiedi del territorio comunale, prevista anche la manutenzione del ponte girevole sul Calvano. È la prima manutenzione straordinaria che viene fatta dalla sua realizzazione e richiederà l’impiego di molte risorse. Ci sono poi 50mila euro per la manutenzione del cimitero di Pineto, 50mila euro per la manutenzione dei plessi scolastici che si aggiungono anche ai 150mila euro che sono già stati spesi lo scorso anno. Ci sono altri 50mila euro per una ristrutturazione e l’efficientamento energetico degli spogliatori del campo sportivo di Scerne i cui lavori per la posa del manto sintetico ripartiranno a breve visto che si è concluso il campionato. Per la lotta al rischio idrogeologico abbiamo avuto un finanziamento di un milione e mezzo per la sistemazione idraulica del Torrente Foggetta e si è ora in attesa del nulla osta da parte di ANAS per procedere ai lavori. A Mutignano sono in corso i lavori del secondo lotto che prevedono la messa in sicurezza del versante con una palificata, intervento che si aggiunge ai due milioni già spesi per il primo lotto e a cui si sommerà un altro milione per proseguire i lavori di questo secondo lotto e quindi procedere con il terzo”.

“Ci sono poi dei progetti – ha aggiunto l’Assessora Jessica Martella - per i quali abbiamo ricevuto finanziamenti, che sono inseriti nell’annualità 2022, e per i quali siamo in attesa di indicazioni a procedere da parte del Ministero, ovvero il progetto di riconversione della Scuola dell’Infanzia di Borgo per un importo di 500 mila euro e gli interventi attinenti al programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare per un importo di 1 milione di euro circa e che prevede interventi di ristrutturazione al palazzo polifunzionale di Pineto, interventi di rifunzionalizzazione degli spazi socializzanti dell’ex casa parrocchiale di Scerne e la riconversione dell’ex scuola elementare di Mutignano. Un altro importante finanziamento che è stato ricevuto ammonta a circa 900 mila euro e prevede la realizzazione di lavori di completamento della ciclovia Adriatica nel tratto tra il lungomare di Scerne di Pineto e il ponte ciclopedonale sul fiume Vomano che è in corso di realizzazione. Con questo finanziamento sarà possibile andare a realizzare un nuovo tratto di pista ciclabile che ricalca, in buona parte, il tracciato che attualmente viene percorso dai ciclisti che da Scerne si dirigono verso Roseto. Quindi questo tratto di ciclabile, che attualmente è in terra battuta, verrà sistemato con lo stesso materiale che è stato usato per la realizzazione della ciclabile nei pressi della torre di Cerrano (il biostrasse, un materiale ecocompatibile e drenante), e con la posa di lampioni per la pubblica illuminazione. Il progetto di tale intervento è pronto, adesso la Regione Abruzzo dovrà inoltrare all’ufficio la concessione e, appena ricevuta potremo appaltare i lavori”.

“Il consiglio comunale – aggiunge il Sindaco Robert Verrocchio – ha approvato tutti i 12 punti all’ordine del giorno e tra questi i temi più importanti del Piano Triennale Opere Pubbliche e del Bilancio. È stato un consiglio acceso, viste anche le tante tematiche affrontate, ma respingo al mittente le polemiche vuole che sono state sollevate dal gruppo di Italia Viva. Non c’è nessuna confusione nel nostro agire, non navighiamo allo sbaraglio. Abbiamo progettualità lungimiranti, portiamo avanti una amministrazione attenta al sociale, all’ambiente, alla cultura, all’economia e ai tanti aspetti che caratterizzano la vita amministrativa senza mai dimenticare la visione futura della nostra città. Pineto è il fiore all’occhiello della costa adriatica per tanti aspetti. Noi agiamo per farne conoscere i punti forza e altri ne danneggiano l’immagine spesso con le menzogne. Capisco che si ha l’esigenza di fare campagna elettorale in anticipo, ma i cittadini sanno guardare oltre le parole. I nostri fatti non possono essere smentiti. Parlo al plurale non a caso. Non sono un uomo solo al comando, sono affiancato da persone attente, appassionate e impegnate ogni giorno per la crescita della nostra città. A loro il mio grazie. A quanti non vogliono vedere la realtà per quella che è l’invito a essere propositivi più che denigratori. C’è differenza tra il fare opposizione e il fare campagna elettorale, non è un confine sottile, i cittadini riconoscono la differenza”.