DIECI  MESI BUTTATI VIA

IL RIMPASTO...UNICO SEGNALE DI VITALITA'

Apprendiamo dalla stampa che il Sindaco Ferretti, dopo le dimissioni degli assessori Astolfi e Faiazza, ha nominato due nuovi componenti,  nelle persone dei consiglieri Macera e Centorame.

In attesa di conoscere le materie attribuite, e nell’augurare  ai nuovi assessori un proficuo lavoro, ci siano consentite alcune riflessioni.

A poco meno di un anno dal suo insediamento, il rimpasto è senza dubbio il primo vero segnale dell’attività dell’amministrazione  Ferretti!

In dieci mesi, ci stiamo ancora chiedendo quali siano state le iniziative intraprese e quanto sindaco e giunta abbiano la reale percezione dei problemi in campo e, soprattutto, delle loro soluzioni.

Fino ad oggi li abbiamo solo visti rincorrere, anche maldestramente, le emergenze, molte delle quali conseguenza di superficiali gestioni le cui uniche responsabilità sono da ascrivere alla medesima compagine.

Le elezioni regionali si sono concluse da tempo e, con esse, ci auguriamo conclusa la lunghissima campagna elettorale che ha dettato l’agenda dell’amministrazione, orientato ogni singola azione e congelato  quell’ entusiasmo che fisiologicamente caratterizza l’avvio di una nuova consiliatura. 

Suggeriamo, pertanto, alla maggioranza una rilettura attenta del proprio programma elettorale per connetterlo con la realtà del territorio che persevera nella sua condizione di difficoltà.

Non le sarà sfuggito, se così fosse lo ricordiamo, che circa 750 cittadini hanno presentato domanda per il reddito di cittadinanza, determinando, di fatto, per Atri, la seconda posizione regionale in termini di numero di richieste.  Numeri che non lasciano spazio a nessuna interpretazione, ma che aprono un interrogativo: “ La sfida continua è forse una provocazione, perché qui continuiamo solo a stare peggio!

Per la Direzione di ABRUZZO CIVICO ATRI, Il Coordinatore Cittadino Michele Capanna Piscè