IN MEMORIA DI DON PEPPE

Ad Atri Concerto “Sopr’a la Passijone de lu Signore”  a cura della
Schola Cantorum “A. Pacini” con i Cantori de “la Passijone” di Chieti

- Chiesa San Nicola, 13 aprile 2019, ore 21 -

Sopr’a la Passijone de lu Signore” è questo il titolo del concerto in programma ad Atri, nella Chiesa di San Nicola, per il 13 aprile 2019 alle 21, in memoria di Don Giuseppe Di Filippo (Don Peppe) a cura della Schola Cantorum A. Pacini con I Cantori de la Passijone di Chieti. L’iniziativa vuole essere anche un momento di riflessione per introdurre alla Settimana Santa. Durante la serata verranno eseguiti, infatti, i canti tradizionali abruzzesi della questua Pasquale, risalenti alle Sacre Rappresentazioni medioevali, che descrivono la volontà popolare di raccontare nella lingua del popolo – il volgare prima, il dialetto poi – gli accadimenti delle 24 ore che precedono la morte del Cristo. L’iniziativa è a ingresso libero.

I Canti della Questua saranno eseguiti da I cantori della Passijone di Chieti, gruppo storico teatino che, fin dagli anni ’30 del 1900, passando il testimone da padre in figlio, non ha mai interrotto questa tradizione. La Schola Cantorum A. Pacini, diretta dal Maestro Fabio A. D’Orazio e presieduta da Paolo Mutoschi, avrà il compito di sottolineare le meditazioni in vernacolo di Monsignor Giuseppe Di Filippo, declamate da Pierino Angelozzi, proponendo brani sulla Passione tratti dal repertorio classico-romantico e contemporaneo, con la riscoperta e l’esecuzione, tra le altre, di opere di compositori abruzzesi quali Monti, Selecchy, Di Pasquale.

“Il concerto proposto dalla Schola Cantorum ‘Aristotele Pacini’ – commenta l’Assessore alla Cultura del Comune di Atri, Domenico Felicioneè un appuntamento da non perdere per la qualità delle esecuzioni e per il grande talento di questa realtà, non a caso è Ambasciatrice della città di Atri per la cultura nel mondo. Siamo fieri e orgogliosi di ospitare anche “I Cantori de la Passijone” di Chieti e poter godere di questa preziosa collaborazione nella nostra città. La cornice della Chiesa di San Nicola sarà un valore aggiunto per il concerto che verrà proposto”.