APPUNTAMENTI CULTURALI

Il romanzo Farfariel. Il libro di Micù dell’abruzzese Pietro Albì
edito da uovonero sarà presentato a Teramo

3 gennaio 2019, ore 17, Corte interna Biblioteca Delfico

Al libro è abbinato il concorso di video-recensioni rivolto
a studenti delle Secondarie di Primo Grado di Teramo e provincia

Sarà presentato a Teramo, nella corte interna della Biblioteca Melchiorre Delfico, domani 3 gennaio 2019 alle ore 17, il libro dello scrittore e sceneggiatore abruzzese Pietro Albì, pseudonimo di Pietro Albino Di Pasquale, dal titolo “Farfariel. Il libro di Micù” edito da uovonero. Un romanzo di formazione dai toni grotteschi e surreali in equilibrio tra realismo e magia. Un lavoro supportato dall’Agenzia di Sviluppo Locale Itaca e che vede la sua ambientazione a Canzano (TE) nel 1938. Alla presentazione interverranno, tra gli altri, Maria Cristina Marroni, vice sindaca del Comune di Teramo con delega alla Pubblica Istruzione; Renata De Rugeriis Juarez, linguista esperta di minoranze linguistiche dell’Università di Urbino, l’attore Piergiuseppe Di Tanno e il cantautore Nanco. Al libro è abbinato il concorso di video-recensioni rivolto a studenti delle Secondarie di Primo Grado. Scopo del concorso è avvicinare gli alunni alle tematiche sensibili affrontate nel romanzo: resilienza, bullismo, diritto allo studio, emigrazione, xenofobia e altro oltre che avvicinare i ragazzi alla lettura e al pensiero critico facendo conoscere una parte di storia poco narrata, quella legata al clima politico e culturale del nostro Paese alla vigilia delle leggi razziali e della Seconda Guerra Mondiale. 

Possono partecipare al concorso tutti gli studenti di tutte le classi della scuola secondaria di primo grado iscritti nelle scuole di Teramo e provincia, sia in forma individuale che collettiva. Gli studenti sono invitati a produrre una video recensione di massimo due minuti del romanzo e dovranno inviare una breve presentazione di 30 secondi della propria scuola. E’ possibile iscriversi entro e non oltre il 5 febbraio 2019 secondo le modalità indicate nel bando pubblicato sul sito di Itaca e di uovonero (www.itacasviluppo.it e www.uovonero.com) e inviato alle scuole interessate. La commissione esaminatrice, composta da personalità del mondo della cultura, giornalisti, studenti, dall’autore e dall’editore del libro individuerà tre vincitori: per il primo classificato il premio previsto è una LIM per l’istituto di provenienza, una pergamena e un buono acquisto libri; per il secondo classificato il premio consiste in 15 tablet/book reder per l’istituto di provenienza, una pergamena e un buono acquisto libri, mentre per il terzo classificato a disposizione una selezione speciale di libri della casa editrice uovonero per l’istituto di provenienza e pergamene per gli studenti che hanno partecipato.

Pietro Albì è nato a Canzano, in provincia di Teramo, nel 1979. Dopo gli studi alla libera scuola di Cinema all’Azzurro Scipioni di Silvano Agosti a Roma, scrive testi teatrali, cinematografici e televisivi e lavora alle sceneggiature di cortometraggi, documentari e lungometraggi. Attualmente scrive sceneggiature per il regista Emanuele Palamara e romanzi “per conto di Farfariel”.

Evelina Frisa