Pubblicato Venerdì, 05 Agosto 2022
Scritto da Mario Marchese

ATRI BUIA

LUMINARIE ESTIVE IN PIAZZA DUOMO-CORSO ELIO ADRIANO-
PIAZZADUCHI D’ACQUAVIVA. - ILLUMINAZIONE TEATRO COMUNALE

In queste magnifiche serate atriane, direi culturali, posti  e fatte in Piazza Duomo a cura  di Marino Spada e di Abruzzo Ontario, e con gli “INCONTRI d’AUTORE”, oltre alla presenza di queste eccellenze personalità della cultura. Autori, ben 14, personalità, debbo riconoscere anche una certa insensibilità ambientale dell’Amministrazione Comunale, a non fare rimanere accese le luminarie tra Piazza Duomo e Piazza Duchi d’Acquaviva tutte le sere, dal mese di Luglio ad Agosto. Nonchè la illuminazione della facciata del “Teatro Comunale di Atri”, cosa fatta nelle serate del 12 e 13 Luglio us in occasione di: “ATRI a TAVOLA”.

Come mai, una sera SI, e tre NO? Non pagate l’Enel? Sono scelte di proprietà di altre associazioni? Organizzazioni, lo accendere o spegnere quelle luci? Fateci capire….

Come mai questo? Chi comanda chi? E’ stato sconveniente verificare quei bui, quei spegnimenti, queste mancanze in queste sere, anche davanti a personalità importanti che sono stati ivi presenti in quelle iniziative. E poi, verificare,  ne voglio parlare ancora, lo spegnimento dei quadranti della torre dell’orologio ed il suo non funzionamento, da il segno di sciatteria e di disorganizzazione, e di mancanza di gusto e della bellezza che Atri trasmette o vorrebbe trasmettere. Spero che si provveda, almeno per le serate di Agosto. Vedere l’assessore, direi, sconvolta per queste questioni, la dice tutta, di chi comanda chi e cosa in questa città.

Provvedete, provvedete, per carità. Atri non merita queste diatribe eventuali tra Associazioni, o prese di posizioni simili. Cordiali saluti,

Mario Marchese

Circolo della Sinistra Indipendente E. Berlinguer-Atri

NOTA DELLA REDAZIONE

Lo squallore della facciata della Cattedrale "illuminata" da un misero faretto che, puntato in basso, non può riuscire a dare luminosità al maestoso monumento.

Costa tanto installare uno o più fari capaci di esaltarne la bellezza?