MEMORIA E GRATITUDINE

A Pineto celebrazioni per la Festa dell’Unità Nazionale,
delle Forze Armate e del Centenario del Milite Ignoto

- 4 novembre 2021 dalle ore 9,30 - 

A Pineto sono in programma le celebrazioni in occasione della Festa dell’Unità Nazionale, delle Forze Armate e del centenario del Milite Ignoto. In particolare, grazie al prezioso lavoro del Gruppo Alpini, dell’ANPI e dell’Anmil Pineto, l’Amministrazione Comunale ha organizzato per il 4 novembre 2021 tre appuntamenti dalle frazioni al centro della città, con la deposizione della Corona d’Alloro nei pressi delle lapidi commemorative dei caduti. Nel dettaglio le celebrazioni inizieranno alle 9,30 a Mutignano, per proseguire alle 10 a Scerne di Pineto e alle 11 nel sagrato della Chiesa di Sant’Agnese a Pineto centro. La Corona d’Alloro sarà deposta alla presenza di rappresentanti delle autorità militari e civili nel rispetto delle disposizioni anti contagio da Covid-19. Saranno presenti anche gli alunni di alcune classi dell’IC Giovanni XXIII. Parteciperà il Complesso Bandistico V. Celli di Casoli di Atri.

Nel pieno rispetto delle indicazioni anti contagio da Covid-19 torniamo a celebrare la giornata del 4 novembre con la presenza degli studenti delle nostre scuole – commenta il Sindaco di Pineto Robert Verrocchio si tratta di una ricorrenza che ha un valore importantissimo per il nostro paesee che porta a riflettere sull’importanza della pace. Pineto è un comune operatore di Pace e questa occasione è un momento per ribadirne l’importanza. Questa ricorrenza fu istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima Guerra Mondiale, evento bellico considerato completamento del processo di unificazione risorgimentale con l’annessione in particolare di Trento e Trieste. Una giornata significativa anche per onorare la memoria di quanti hanno perso la vita in quella sanguinosa Guerra e riflettere sul prezioso ruolo delle forze armate nazionali. Quest’anno ricorre anche il centesimo anniversario della traslazione della salma del Milite Ignoto all’Altare della Patria, simbolo di tutti i caduti e i dispersi in guerra italiani, la cui identità non è stata individuata. Genitori che non hanno avuto un corpo su cui portare un fiore il che ha reso ancora più dolorosa la loro perdita. Anche il Comune di Pineto ha conferito la Cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto, nell’ambito del Progetto “Milite ignoto, cittadino d’Italia”. Ringrazio il gruppo degli Alpini e i componenti dell’Anmil e dell’ANPI di Pineto per aver collaborato anche quest’anno all’organizzazione delle celebrazioni e la dirigente scolastica dell’IC Giovanni XXIII, Sabrina Del Gaone, e i docenti per la collaborazione”.