Pubblicato Giovedì, 30 Settembre 2021
Scritto da Evelina Frisia


IL PROFUMO DELLA TERRA

Alla scoperta della vendemmia, una giornata nella tenuta
Cerulli Spinozzi per i ragazzi partecipanti al progetto
“Di Arti e di Mestieri” dell’Opera Sante de Sanctis

Immersi nella natura, toccando con mano il duro lavoro legato alla vendemmia, annusandone i profumi e osservandone i colori, il tutto nello spirito di condivisione, nell’allegria e nel piacere di vivere una esperienza nuova e certamente unica. È quanto hanno vissuto il 29 settembre 2021, negli spazi della tenuta Cerulli Spinozzi di Canzano i circa 20 ragazzi e ragazze con disabilità, dai 15 anni in su, che da marzo stanno seguendo i vari laboratori nella Fattoria Sociale Villa Irelli, a Castelnuovo Vomano, nel comune di Castellalto nell’ambito del progetto “Di Arti e di Mestieri” curato dall’Opera Sante de Sanctis in collaborazione con Villa Irelli. Ad accoglierli il titolare, Ernico Cerulli Irelli, il quale ha guidato i ragazzi in ogni fase: dalla raccolta dell’uva in alcuni filari messi a disposizione, spiegando con grande cura e sensibilità il da farsi; passando per la pigiatura, fase questa che ha visto i ragazzi impegnati con i piedi a schiacciare l’uva raccolta fino a ottenere il mosto. Il pomeriggio si è concluso con una visita alla bottaia e un aperitivo offerto dall’azienda ai partecipanti. L’attività si è svolta nel pieno rispetto delle indicazioni anti contagio da Covid-19 e i ragazzi, accompagnati anche dai famigliari, sono stati seguiti dagli operatori qualificati dell’Opera de Sanctis.

Desidero ringraziare sentitamente Enrico Cerulli Irelli- spiega il dottor Marco Valerio de Sanctis, Presidente dell’Opera Sante de Sanctisper la grande disponibilità dimostrata mettendo a disposizione spazi della tenuta per svolgere le attività e dando ai ragazzi la possibilità di vivere emozioni uniche. Un ringraziamento va anche ai ragazzi e alle loro famiglie, oltre che a tutto il nostro staff. Giornate come queste resteranno a lungo nei ricordi di quanti hanno partecipato”.

Siamo felicissime della risposta che c’è stata da parte delle famiglie e dei ragazzi – aggiungono la psicologa Giulia Di Donato e la terapista occupazionale e terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva PaolaDi Marco, che hanno seguito i ragazzi durante l’attività – tutti hanno vissuto con entusiasmo questa esperienza che è stata molto stimolante sia dal punto di vista sensoriale che sociale. Vederli raccogliere l’uva, caricarla sul carro, poi pigiarla e osservare il mosto rendendosi conto del lungo processo che porta a avere il vino è stato per tutti molto utile. Durante l’attività ci sono stati sorrisi, gesti di aiuto reciproco, condivisione. Ringraziamo anche noi tutti i ragazzi e le loro famiglie e Enrico Cerulli Irelli che è stato un ottimo padrone di casa, cortese e gentile e molto empatico con i partecipanti”.

Di Arti e di mestieri è una iniziativa patrocinata e supportata anche dal Comune di Teramo e dalla Fondazione Tercas, e organizzatain collaborazione con la Cia Agricoltori ItalianiL’Aquila-Teramo, la Compagnia dei Merli Bianchi, l’associazione NaturAmo, l’artista del legno Gianni Tarli e la società agricola D’Amario e Feliciani di Atri - prevede oltre al teatro, laboratori di infeltrimento della lana, di lavorazione della ceramica, di cucina, di produzione del formaggio, di lavorazione del legno e laboratori dedicati alla cura dell’orto. Per le famiglie previste attività di parent training e ci saranno anche mostre mercato. I ragazzi sono seguiti da operatori sanitari, assistenti, artisti e professionisti i quali si impegneranno affinché possano sperimentare comportamenti adattivi e apprendere abilità funzionali alla vita quotidiana e all’autonomia.

L'Opera Sante de Sanctis è un'associazione per la terapia e la riabilitazione di disabili psicofisici fondata nel 1898 da Sante de Sanctis, pioniere della neuropsichiatria infantile in Italia. L’Associazione svolge, fin dalla sua fondazione, un ruolo di avanguardia nell’uso di tecniche riabilitative innovative o sperimentali associate alla tecnica riabilitativa ordinaria. Nel 1978 il Ministero della Sanità ha stipulato con l’Associazione la prima Convenzione con la quale è stata sancita l’autorizzazione a fornire assistenza sanitaria specifica riabilitativa dando vita a quelle attività che ancora oggi, in accordo con tutte le successive innovazioni e integrazioni introdotte dalla Regione Lazio, i quattro centri di riabilitazione dell’Associazione, situati nel tessuto urbano romano con trattamento semiresidenziale e ambulatoriale, continuano a erogare.

Ufficio Stampa Dott.ssa Evelina Frisa