IL FUTURO IN MANO AI GIOVANI

Al via il Progetto Geocitizen Atri studenti soggetti
attivi nella riqualificazione della città

Favorire il dialogo tra i giovani e i decisori politici sulla riqualificazione degli spazi urbani e sui servizi ai giovani cittadini. E’ questo l’obiettivo di GeoCitizen Atri il progetto finanziato dal programma Erasmus+, realizzato dall’Ufficio Europa del Comune di Atri, che offre una mappatura interattiva del Comune agli utenti della piattaforma Geocitizen (https://map4youth.geocitizen.org/geocitizenatri).

Il progetto prevede la realizzazione di una serie di incontri info-formativi sul territorio di Atri, e in particolare a beneficio dei suoi giovani cittadini e degli alunni delle scuole superiori del Polo Liceale L. Illuminati e dell’Istituto A. Zoli. Nel corso delle giornate i giovani partecipanti avranno modo di informarsi sulle opportunità che l’Unione Europea offre loro, nonché di esprimere le proprie percezioni e, soprattutto, di lanciare delle proposte concrete per migliorare la condizione dei giovani nella loro comunità di appartenenza. In seguito agli incontri tutti i cittadini atriani potranno formulare le proprie proposte, nonché consultare, discutere e votare le proposte pubblicate dai propri coetanei attraverso un e-tool che faciliterà il processo di consultazione: la piattaforma Geocitizen.

Il progetto Geocitizen – dichiarano il Sindaco di Atri, Piergiorgio Ferretti, e l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Atri, Domenico Felicione, - è un’opportunità di assoluto rilievo per il nostro comune e s’inserisce in una serie di iniziative messe in campo dall’Amministrazione Comunale per favorire la partecipazione attiva dei propri cittadini, i giovani in particolare, alle decisioni politiche che li riguardano direttamente”.

Si tratta di una significativa opportunità per i nostri studenti – dichiara la dirigente scolastica del Polo Illuminati, Daniela Magnoche ben si incardina con il piano di offerta formativa della nostra scuola. Geocitizen è un progetto che va nella direzione della implementazione delle attività di cittadinanza e costituzione e può essere una attività da inserire nell’area del service learning, di cui il polo Illuminati è capofila di tutte le regioni del Sud, ovvero, la metodologia che unisce il servizio e l’apprendimento e stimola i giovani a riflettere sui problemi del proprio territorio e trovare una soluzione, esattamente come le finalità che si prefigge il progetto GeoCitizen”.

“Questo progetto è assolutamente valido e importante per i ragazzi – commenta la dirigente scolastica dell’IIS A. Zoli di Atri, Paola Angeloni – i quali concorrono a realizzare un servizio di pubblica utilità in linea con la metodologia didattica del service learning con cui la scuola si rende utile per soddisfare le esigenze della città. Lo Zoli, con i suoi laboratori e quelli che siamo in procinto di aprire, si apre quindi ancora di più al territorio”.