LA BELLA SCUOLA

GIORNALISTI E VIDEO-MAKER IN ERBA CRESCONO

L’I.T.E. “ADONE ZOLI” PREMIATO AL CONCORSO NAZIONALE DI
GIORNALISMO SCOLASTICO “PENNE E VIDEO SCONOSCIUTI”

Lo scorso 26 ottobre, al Teatro Comunale di Piancastagnaio (Siena), si è tenuta la premiazione degli studenti vincitori della 20ma edizione del Concorso Nazionale di giornalismo “Penne e video sconosciuti”, indetto dall’associazione OSA in collaborazione con il MIUR. Nella competizione, che ogni anno premia i migliori giornali e i video delle scuole di tutta Italia, quest’anno si è segnalato con diversi lavori l’Istituto Tecnico Economico “Adone Zoli” di Atri (TE).

All’evento hanno partecipato, in rappresentanza dei ragazzi dell’I.T.E., le alunne Siria Brioli, Vittoria Garbuglia, Alessandra Vanni, Cristina Secone e Lucrezia De Felicibus, accompagnate dalle docenti Monica Angelici e Daniela Brigidi.

Dopo i saluti di apertura, il giornalista Roberto Alborghetti ha invitato a salire sul palco la delegazione dell’I.T.E., che ha presentato i propri lavori. Due le sezioni a cui hanno concorso i ragazzi: carta stampata e video. Per la prima è stato premiato il giornalino “Mai più”, edizione monografica sulla violenza di genere realizzata in occasione della giornata nazionale della violenza contro le donne; per la seconda sono stati consegnati diversi riconoscimenti ai video prodotti dagli alunni, che hanno affrontato, tra gli altri, temi attualissimi come bullismo e cyberbullismo. Grande interesse ha suscitato il video “Unica e irripetibile”, che ha ricostruito, nel 70mo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione italiana, i lavori dell’Assemblea Costituente. Ambientato nella suggestiva cornice dello storico Palazzo Mambelli di Atri, il video ha rievocato due importanti discorsi: quello di Piero Calamandrei, pronunciato alla fine dei lavori dell’Assemblea, e quello commemorativo del Presidente emerito Giorgio Napolitano.

Al termine della premiazione, gli studenti sono stati ospitati nel suggestivo borgo di Abbadia San Salvatore, sul monte Amiata, dove hanno visitato l’omonima abbazia e le antiche miniere di mercurio. I giovani giornalisti premiati si sono dichiarati felici del risultato raggiunto; grande soddisfazione è stata espressa anche dalla Dirigente Scolastica dello “Zoli”, Daniela Magno, che ha elogiato i ragazzi per il riconoscimento nazionale e per aver affrontato tematiche così importanti, da sempre al centro dei progetti di educazione alla legalità curati dalle professoresse Brigidi e Angelici.

I lavori premiati saranno conservati nell’emeroteca del Comune di Piancastagnaio, anche in versione digitale, insieme a quelli dei vincitori delle scorse edizioni.

Prof.ssa Monica Angelici, IT.E. “A.Zoli”, Atri (TE)