STRUTTURE SPORTIVE INAGIBILI

IL SINDACO SE NE ACCORGE SOLO ADESSO...

 

Nel leggere l'articolo pubblicato sul quotidiano “IL CENTRO” del 2 ottobre 2018 riguardante i campi sportivi fuori norma sul territorio di Atri, rimaniamo letteralmente BASITI rispetto alle dichiarazioni attonite fornite dall'attuale Sindaco relativamente alla condizione di sostanziale inagibilità in cui versano la maggior parte degli impianti sportivi comunali. 

Ferretti è meravigliato di aver dovuto firmare negli ultimi tempi ben quattro ordinanze per consentire l’utilizzo di talune strutture; Forse questo Sindaco negli ultimi dieci anni ha vissuto nel mondo dei sogni? Forse il Ferretti non sapeva che da molti anni a questa parte, con cadenza settimanale, si continuano ad emettere ordinanze contro legge che ormai sono diventate la regola e non già l’eccezione, tenuto conto che nulla è stato fatto nelle ultime due consiliature per quanto riguarda la sicurezza degli impianti sportivi?.

Chiedesse, il Sindaco, informazioni al suo predecessore e, già che c’è, si facesse spiegare che fine hanno fatto i 500.000,00 euro ottenuti dal Comune per il crollo del Pala Alessandrini con cui avrebbe ben potuto avviare un’attenta opera di adeguamento degli impianti sportivi.

Dica, l'Assessore Astolfi, dove ha dirottato quei soldi visto che ad oggi non si è ancora degnato di risponderci nonostante abbiamo rivolto una interrogazione consiliare in data 17 Agosto 2018 (che si allega in copia).

Il Sindaco Ferretti, tapino, si accorge solo adesso che occorre investire risorse per l’adeguamento delle strutture sportive e, avendo imparato la lezione, ricorre subito alla promessa generica tanto per uscire dall’impasse,  ma noi che conosciamo la vera natura di questi proclami gli chiediamo di chiarire subito quali interventi sono in programma nel breve e medio termine, dove reperire le risorse e quali interventi intende realizzare.

Lo chiedono, inoltre, le società sportive, le famiglie che vogliono impianti a norma e senza ricorsi ad ordinanze per lo più fuorilegge a causa del perdurare di tali disservizi.

I CONSIGLIERI COMUNALI di ATRI CIVICA, Avv. Giammarco Marcone, Rag. Paolo Basilico