I PEEKABOOM A PESCARA

UNA EMOZIONE DI INTENSA CREATIVITA' PER LA
PRIMA VOLTA IN ABRUZZO

Termina con un concerto in anteprima assoluta per l’Abruzzo la rassegna “sabato in concerto jazz”, cartellone della Fondazione Pescarabruzzo, organizzato dall’associazione culturale Archivi Sonori con la direzione artistica di Maurizio Rolli.

Sabato 7 aprile a Pescara, alla Maison Des Arts, in corso Umberto 83, alle ore 18 (ingresso libero consentito dalle 17.30 fio ad esaurimento posti) ci saranno i Peekaboom, ossia Simone Masina (contrabbasso), Angelica Lubian (voce).

Una cantautrice di Udine ed un musicista di Bologna che si incontrano per dare vita ad un progetto musicale innovativo e bello da ascoltare. Un gioco costantemente in bilico tra tradizione ed innovazione, con l’elettronica ingrediente speciale in un viaggio straordinario attraverso i grandi pezzi del pop.

Un tour di oltre sessanta date in Italia, arrivano per la prima volta a Pescara.

Un live nell’ambito di una rassegna jazz e nel vostro repertorio ci sono i Prozac+, come si spiega il tutto?

“Le nostre sonorità sono riconducibili al jazz sperimentale – dice Simone Masina – e si spingono fino ad un abbraccio verso il pop.  Si tratta di un percorso variegato dove c’è posto per i Prozac, per Lucio Dalla, per Britney Spears, per i Coldplay, per i Beatles per gli U2 e tantissimi altri”.

Come siete arrivati ad una sintesi musicale così originale?

“Abbiamo iniziato come fanno tanti duo,  soltanto contrabbasso e voce, ci siamo ispirati all’album di Maurizio Rolli, Norvegian Wood, dove la cantante era Diana Torto. Il nostro viaggio è iniziato in acustico, poi c’è stata l’aggiunta della loop station, ci siamo avvicinati infine all’uso del software, direi che si è trattato di uno sbocco naturale per le nostre esigenze espressive”.

Che tipo di concerto sarà quello di Pescara? Riesci a sintetizzarlo con tre termini?

“Giocoso, esplosivo, creativo”.

Non rimane dunque che godersi questa originale esplosione musicale ed ascoltare i Peekaboom a Pescara, sabato 7 aprile.