IL FALLIMENTO DEL PROGETTO
DEL COMUNE PER IL CARDINALE CICADA

Un fallimento annunciato!

 Il candidato Sindaco della destra al Comune di Atri, Piergiorgio Ferretti, ha annunciato ufficialmente in una intervista, il fallimento della sua proposta per l’utilizzo del palazzo C.  Cicada per fini culturali e turistici.

Pare che l’Associazione che doveva gestire il tutto, non abbia più intenzione di andare avanti e quindi i nostri sono rimasti con il cerino acceso in mano.

  L’Associazione ha ritenuto di non andare giustamente avanti perché, evidentemente, ha capito che l’Amministrazione comunale ha sbagliato tutta la procedura di assegnazione.  La Delibera, come noi avevamo denunciato, è illegittima.

  Avevamo chiesto di revocarla e di fare un bando pubblico, ora la cosa sarebbe già risolta. Non hanno voluto, non potevano darci ragione, mettendo così in difficoltà l’Associazione assegnataria esposta a qualsiasi contenzioso.

  Ecco come hanno amministrato e come pensano di andare avanti!

  Ma Ferretti se la prende con noi che “lo abbiamo messo al muro”, che “lo abbiamo aggredito”. Noi, caro candidato, abbiamo fatto il nostro dovere di opposizione democratica e non abbiamo proprio niente contro la persona tanto che, come avrai notato, non siamo intervenuti nelle vostre vicende interne, sulle scelte dei candidati e sulle diatribe. Noi rispettiamo le scelte degli altri, ma voi confondete la normale dialettica politica, anche aspra, con attacchi personali, a cui, peraltro, non siamo affatto interessati.

Quindi, auspichiamo e vi proponiamo una corretta campagna elettorale, almeno tra le forze politiche maggiori con rappresentanza a livello nazionale, senza affidare attacchi ad altri, a viso aperto. Con la chiarezza sui programmi, sulle opzioni politiche per servire degnamente la Città, che non ha bisogno di spargimenti di sangue e veleni, ma di chiare scelte.

  Facciamo solo rilevare che il PD, ha altri metodi per la scelta dei candidati Sindaci, poichè, tutti possono candidarsi e, se necessario, si indicono le primarie o le primarie di coalizione. Un metodo, questo, diverso e molto più democratico, rispetto ad accordi presi in segrete stanze.

 Il Circolo del PD di Atri