CHIUSURA SCUOLE ELEMENTARI E MATERNE

MA NON C'ERA UNA SOLUZIONE-PONTE?

Va da se, che i lavori per  rendere ed adeguare a livello sismico la Scuola Elementare di Viale Umberto I° di Atri, ha avuto molteplici situazioni, adempimenti, incertezze, per non dire “cazzate” a livello progettuale, di aggiudicazione dei lavori, di esecuzione dei medesimi.

Insomma, alla “somma urgenza” con “soldi alla mano” per definire questo problema, invece che  aspettare l'Estate per alcuni lavori, si aspetta l'Inverno, le vacanze natalizie, e le si prolungano, guardate un poco fino al 14 Gennaio p.v, anno 2018, partendo, ovviamente, nella chiusura della medesima, dal 22-12-2016, quindi ben 23 gg. Che dire, non era possibile fare questi lavori  nel periodo estivo? Perchè farli in piena attività scolastica? E se basteranno, giacchè, in quella scuola, problemi ne sono stati  evidenziati tanti, che averne uno in più, sicuramente non sarebbe una sorpresa. E nel frattempo, per questi ragazzi e le loro famiglie, cosa debbono fare? In particolare da un punto di vista didattico? Giacchè, 23 gg sono tanti, e tanti davvero, per avere una proficua continuità didattica oltre che una adeguata attività didattica alternativa stando nelle loro rispettive case?

Perchè, ad esempio, non si è trovato o cercato una soluzione ponte? Provvisoria?

Giacchè, da come sento, molte persone erano a conoscenza della imminente sospensione? Mi riferisco, ovviamente al Sindaco, alla Giunta, l'Assessore alla Pubblica Istruzione, nonché futuro candidato a Sindaco per il c.destra, Ferretti? Già, nessuno ha detto nulla, nessuno propone nulla (non votano i bambini, quindi...). Ma i genitori? Il Comitato? Cosa dicono in merito? Non credo che accettino di buon grado questo percorso. Ed il PD, o AC, cosa dicono? Silenzio di tomba!!!  Ma sta di fatto che ad Astolfi e Company, tutto si perdona, da 10 anni a questa parte, e tutto continua ad andare nello stesso modo, cioè come pare a lor signori, alla faccia dei  ragazzi, del loro profitto, della loro continuità didattica, dei disagi delle loro famiglie etc. etc.

Siamo agli sgoccioli della legislatura di Astolfi bis, l'Attila di Atri, ed i conti li verificheremo a presto di cosa lascia alla città di Atri. Per la verità ho già più volte espresso mie posizioni in merito, sicuramente non raccolte dalle parti politiche dei partitoni atriani. Bontà vostra!! Cordialmente,

Mario MarcheseCircolo della Sinistra Indipendente-E.Berlinguer-Atri