L’I.T.E. “ADONE ZOLI” DI ATRI GIOISCE A PIANCASTAGNAIO (SI)

IMPORTANTE RICONOSCIMENTO CONSEGUITO AL CONCORSO
NAZIONALE DI GIORNALISMO SCOLASTICO “PENNE SCONOSCIUTE”

Lo scorso 20 ottobre, al Teatro Comunale di Piancastagnaio (Siena), si è tenuta la premiazione degli studenti vincitori della 19ma edizione del Concorso Nazionale di giornalismo “Penne sconosciute”, indetto dall’associazione OSA in collaborazione con il MIUR. Nella competizione, che ogni anno premia i migliori giornali delle scuole di tutta Italia, quest’anno si è segnalato con ben tre lavori l’Istituto Tecnico Economico “Adone Zoli” di Atri (TE).

All’evento hanno partecipato, in rappresentanza dei ragazzi dell’I.T.E., gli alunni Gianmarco Graziosi, Ilaria Pepe, Beatrice Tuttolani, Camilla Di Meo, Vittoria Garbuglia ed Eleonora Coppetti, accompagnati dalle docenti Monica Angelici e Daniela Brigidi.

Dopo i saluti di apertura, il giornalista Roberto Alborghetti ha invitato a salire sul palco i rappresentanti delle scuole selezionate, invitandoli a presentare i propri lavori. Questi i giornali dello “Zoli” che sono stati premiati: “Il caffè del Settecento” di Simona Della Quercia e Alessandra Coletti (VN), che presenta al lettore l’età dei lumi e, attraverso una pacata ironia, riesce a fargli capire l’importanza della lettura e della riflessione; “La resistenza ha vinto: si vota!” di Gianmarco Graziosi (IVM), che rievoca le tappe che i cittadini, soprattutto le donne, hanno dovuto percorrere per esercitare nel 1946 il diritto di voto; “Un bianco racconto” dei ragazzi di IIM, IIN e IVN, che nei loro articoli ricostruiscono le vicende legate alla straordinaria nevicata dello scorso gennaio. Particolarmente emozionante l’intervista di Beatrice Tuttolani e Ilaria Pepe ai genitori di Davide De Carolis, il giovane operatore dell’elisoccorso che ha perso la vita a Campo Felice nel tentativo di salvare uno sciatore ferito.

Al termine della premiazione, gli studenti sono stati ospitati nel suggestivo borgo di Abbadia San Salvatore, sul monte Amiata, dove hanno visitato l’omonima abbazia e le antiche miniere di mercurio. Uno dei giovani giornalisti, Gianmarco Graziosi, ha dichiarato: “È stata un’esperienza molto emozionante per tutti noi ed è stato davvero bello vedere che il nostro impegno è stato ripagato. Essere protagonisti della premiazione è stata una grande soddisfazione e ci invoglia a partecipare ai nuovi progetti che ci vengono proposti dalle nostre insegnanti.”

Grande soddisfazione è stata espressa anche dalla Dirigente Scolastica dello “Zoli”, Daniela Magno, che ha elogiato i ragazzi per il riconoscimento conseguito a livello nazionale e soprattutto per l’impegno profuso.

I lavori premiati saranno conservati nell’emeroteca del Comune di Piancastagnaio, anche in versione digitale, insieme a quelli dei vincitori delle scorse edizioni.

Prof.ssa Monica Angelici, IT.E. “A.Zoli”, Atri (TE)