SAREMO SUPERCONNESSI!

Comune di Atri, presto in arrivo la Banda Ultra Larga Inizio rilasci dei nulla osta, si attende la sovrintendenza per il capoluogo

La Città di Atri e le sue frazioni presto saranno dotate di fibra ottica e dunque sarà possibile usufruire della banda ultra larga per Internet. Un servizio importante per le aziende, gli uffici e i privati cittadini che potranno godere delle nuove infrastrutture che garantiscono la trasmissione di grandi quantità di dati in tempi ridotti raggiungendo velocità potenzialmente elevatissime (fino a 1024 Mbps).

L’amministrazione comunale sta da tempo lavorando a stretto contatto con i tecnici Telecom Italia per raggiungere al più presto l’obiettivo e le prime autorizzazioni per i lavori sono già state rilasciate per le frazioni meno complesse, a breve saranno rilasciate per anche per le altre località. Quanto al centro storico si attende la valutazione della Sovrintendenza per il rilascio del nulla osta ai lavori e anche in questo caso i tempi previsti sono celeri.

Nelle infrastrutture in fibra ottica i dati viaggiano attraverso impulsi luminosi veicolati da cavi in fibra di vetro e polimeri plastici. Grazie alle caratteristiche dei cavi, i segnali si propagano rapidamente su lunghe distanze, sfruttando una banda di frequenze estremamente più elevata rispetto a quella delle connessioni ADSL. Con la fibra è dunque possibile trasmettere grandi quantità di dati in poco tempo.

“Un servizio importante per la nostra cittadina e le sue frazioni – commenta il Sindaco del comune di Atri, Gabriele Astolfi da tempo stiamo lavorando come amministrazione con i tecnici Telecom per raggiungere questo obiettivo, dopo diversi incontri per definire le modalità di azione per la realizzazione dei lavori siamo alle fasi finali. Una città d’Arte come la nostra ha ovviamente bisogno della valutazione della Sovrintendenza con la quale abbiamo più volte interagito per questo progetto e a breve potremmo rilasciare come ente tutti i nulla osta necessari per procedere e poterci adeguare come realtà territoriale a questa utile tecnologia”.