Articoli

IL DOTT. CAPPUCCILLI COMMEMORA IL PROF. FANINI IN OCCASIONE DELLA CELEBRAZIONE PRESSO L’OSPEDALE DI ATRI

“ UN VERO MAESTRO DI CHIRURGIA E DI UMANITA’ “

 

Non vi nascondo che parlare oggi del professore Fanini mi determina una grande emozione perchè l’ultima volta che l’ho fatto e’ stato alla festa dei suoi novanta  anni.

Mi ero augurato di farlo nuovamente ad un suo successivo compleanno,ma così non e’ stato perchè improvvisamente e’ venuto a mancare ai suoi familiari,ai suoi amici più stretti,ma credo anche e molto a tutti noi che siamo stati suoi allievi.

Colgo questa occasione della sua commemorazione che avviene nello stessa sede anche se non nella struttura originaria per  affermare  che  il nome di San Liberatore debba essere sostituito  almeno nella nostra mente con  Ospedale del professore Fanini.

E’ stato lui che ha fatto diventare una importante realtà regionale  questo nosocomio che nei tempi  remoti era stato classificato Ospedale di terza categoria per assurgere successivamente  a struttura di riferimento per tutto l’Abruzzo.

E’ stato lui ad aiutare gli Amministratori che si sono succeduti a scegliere quelli che allora si chiamavano Primari e che sono stati l’asse portante della crescita di questa struttura prima  modesta  poi sempre più grande  ed importante.

Tutti I primari prescelti di allora hanno dato lustro e notorietà ad Atri perchè tutti loro si sono uniti al loro capostipite  per una collaborazione che aveva il solo intento  della crescita  e di dare l’assistenza la più qualificata possibile alla comunità.

Allora si diceva che gli Ospedali  e non solo quello di Atri  erano importanti solo quando il Primario chirurgo era bravo.

Ecco con il professore Fanini  l’Ospedale  era quello a cui accorrevano  I pazienti da molte parti d’Abruzzo Ma anche quando questi accorrevano in reparti diversi dalla chirurgia erano in buone mani.

Noi allievi siamo stati dei privilegiati alcuni hanno raggiunto I vertici in questo ed in altri Ospedali ma non e’ opportune fare dei  nomi perchè offenderei  tutti gli  altri che pur non raggiungendo  l’apice della carriera hanno dato il Ioro contributo determinante.

Ma la figura del  professore Fanini  era centrale tanto che dovunque si sentiva dire che l”ospedale di Atri  ed il professore Fanini erano  la stessa cosa.

Noi allievi ormai con  I capelli bianchi dobbiamo tutto a lui per averci insegnato l’arte chirurgica e per averci dato anche gli insegnamenti  umani  che non ci faceva  mai mancare.

Quando qualcuno di noi diceva  di  essere un allievo del professore Fanini tutti ci consideravano bravi oltre che fortunati.

Devo dire anche che lui non aveva allievi prediletti  perchè ci trattava tutti allo stesso modo,ma io credo di poter dire senza  enfasi  che tutti noi,dico tutti,gli siamo stati sempre riconoscenti  e questo sentimento  oggi non e’ più di moda.

Ma al di la’ di tutto il professore Fanini  veniva considerato un grande maestro di Chirurgia anche in ambito universitario dove forse la parola primeggiava  di più rispetto alla manualità chirurgica che ad Atri era di prima qualità.

Non so se ho tratteggiato bene la figura del grande maestro  il cui ricordo anche odierno e’ forse poca cosa rispetto a quello che lui ha dato a questo Ospedale.

Vi ringrazio per aver pazientato a sentire quanto ho scritto e letto questa mattina.